Giorno della Memoria

27 gennaio 2010 | 27/01/2010

Giorno della memoria

La Giunta di Castello invita i suoi concittadini a partecipare
alla commemorazione delle vittime dell'Olocausto attraverso
un piccolo gesto simbolico: l’accensione di una candela o
di un cero sul davanzale di una finestra dalle ore 19,00 alle
ore 20,00.
Il ricordo di questo episodio storico che ha visto l’umanità
soccombere e abdicare a favore della pazzia e della barbarie,
rappresenta il modo più efficace per affermare e ribadire un
proposito che deve appartenere a tutti noi: mai più!
Per comprendere al meglio il dramma della seconda guerra
mondiale e lo sterminio da parte dei nazisti, degli ebrei e di
altre minoranze come quelle degli omosessuali e dei rom, e per
rimarcare con forza il diniego a tutte le forme di violenza e di
sopruso, abbiamo deciso di utilizzare le parole di un grande
scrittore che lo ha vissuto sulla propria pelle.
Il testo che potete leggere sul retro è stato scritto da Primo Levi
ed indirizzato a tutti coloro che si recano presso il campo di
concentamento di Auschwitz in Polonia, intitolato appunto
“Al visitatore”.
Le sue parole rappresentano senz’altro una valida occasione
per riflettere su quanto accaduto, per riconoscere il valore di
tutti coloro che si sono opposti e che hanno sacrificato la loro
vita per permettere l’affermazione della democrazia, della pace,
della vita sulla morte, della luce sulle tenebre.
Ribadiamo quindi l’invito a tutti voi, affinché nella nostra
memoria rimanga impresso in maniera indelebile il ricordo
di ciò che non deve tornare mai più.
Grazie.
Documenti

Comunicazione della Giunta a tutte le famiglie
Comunicazione della Giunta a tutte le famiglie
125,78 KB

Lettera di Primo Levi ai visitatori di Auschwitz
Lettera di Primo Levi ai visitatori di Auschwitz
12,62 KB