San Giuseppe

Fuochi di San Giuseppe

Piazzale del Lavatoio
Giovedì 18 marzo 2010, a partire dalle ore 21,00, presso il piazzale del nuovo parcheggio davanti al cinema Pennarossa, la Giunta di Castello organizza il tradizionale falò di San Giuseppe.
Fisarmoniche e chitarre allieteranno la serata e accompagneranno storie e filastrocche di altri tempi, sapientemente recitate dal gruppo teatrale intergenerazionale "Il viaggio dell'eroe".
Non mancherà qualcosa da mangiare e un goccio di vin brulé.
L’invito quindi è quello di ritrovarci insieme attorno al fuoco, simbolo di forza ed energia, sinonimo di famiglia e di casa, per ribadire e rinnovare il senso di appartenenza alla nostra comunità.
Speriamo che il tempo ci dia una mano…


Documenti

Volantino
Volantino
826,52 KB

San Giuseppe

Tradizione e origini

La festa di San Giuseppe che si celebra il 19 Marzo ha origini molto antiche, che risalgono alla tradizione pagana. Il 19 Marzo è a tutti gli effetti la vigilia dell’equinozio di primavera, quando si svolgevano i baccanali, i riti dionisiaci volti alla propiziazione della fertilità, caratterizzati da un’estrema licenziosità. Nel mese di Marzo venivano svolti anche i riti di purificazione agraria. Tracce del legame con questo tipo di culti si ritrovano nella tradizione dei falò dei residui del raccolto dell’anno precedente ancora diffusi in molte regioni.

La festa di San Giuseppe è anche la festa del papà, ma non in tutto il mondo. Nei Paesi anglossassoni infatti la festa del papà viene celebrata la terza domenica di Giugno e non assume caratteri religiosi. La festa del papà nasce in America all’inizio del Novecento come una festa improntata alla laicità. In Italia come in molti altri Paesi la festa si caratterizza per la sua collocazione nella dimensione cattolica, affondando le sue radici nella Chiesa dell’est e poi portata in Occidente.